Le cose che ho imparato dalla Grecia – giorno 2

1. Scale… Scale ovunque (come le cicale, ovviamente)

Koroni è un posto delizioso e molto greco, per seguire gli stereotipi che così vorrebbero la Grecia: qui sono ospitali al punto da interrompere qualsiasi loro attività per aiutarti; feta e tsatziki regnano sovrane nelle tavole, insieme a pomodori e olive; gli uomini cotti dal sole mangiano agnello nelle taverna di prima mattina; fa caldo; è tutto azzurro e bianco eccetera eccetera. Quello che nessuno mi ha detto, nemmeno la Lonely Planet che tante altre informazioni ci ha fornito, nessuno, ribadisco, ci ha detto che ci sono decine di scale.

Centinaia di gradini per andare al supermercato. Migliaia per arrivare alla spiaggia. Bilioni per fare una passeggiata al porto. Scale, scale ovunque. Quando partiremo per la prossima tappa, penso che ci saranno quattro culi sodi in più su questo pianeta…

  

    
    

E comunque, a parte la lamentela da viziata cittadina, direi che se devi fare tante scale per arrivare in posti come questi allora sì, ne vale la pena. Nella foto la nostra spiaggia preferita, Zaga Beach: con 5 euro al giorno hai due lettini, un ombrellone e pure internet. Almeno fino a che non si alza il solito vento incazzato from the Monte Olimpo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...