VOV, le rane e la psicanalisi (Santisella è un blog famiglia, che si allarga)

Questo blog è come la mia vita. Si riempie e si svuota a seconda delle fasi che attraverso, con il mio passo saltellante. In questo momento Santisella è pieno di amore e di sogni e di amici e di iniziative. Per questo, ogni tanto, ospiterò i pensieri di VOV, “essere millenario, single, che ama i gin tonic, l’arte e gli uomini tremendamente biondi”.

VOV inizia con il botto e ci parla niente meno che dello “scoprirsi innamorati”.


Diagrammi di flusso

Scoprire se stessi come soggetto innamorato è quasi sempre rocambolesco.

Spesso abbiamo una necessità onanistica di sentirci innamorati a tutti i costi, perché si sa, l’amore è l’argomento più avvincente. 

Le nostre storie d’amore ci rendono simili a libri di fantapolitica mozzafiato, il resto è più simile ad un manuale di istruzioni o a un diagramma di flusso.

Pensando proprio di diagrammi di flusso siamo abituati a porci domande a sistema binario Si o No per capire se siamo innamorati sul serio oppure vittime di questo egocentrico sistema. 

Mi guarda? SI > NO se è SI lo guardo anche io. Se è NO rimango basita; come puoò non notarmi! Mi bacia SI o NO se è SI >cosa ho provato se è NO >quale recondito segreto nasconde quel bacio non dato?

Già perché la casella “sarà che non gli piaci” non la prendiamo neanche in considerazione.

Così possiamo andare avanti per fogli e fogli di Sì e No, navigando in attesa di uno sguardo, un gesto o le famose spunte blu.

Snoccioliamo una serie di personaggi di fantasia come la crocerossina, il disagiato, il misogino, il depresso, la sconfitta, la zoccola. 

Giochiamo alle maschere, giochiamo all’amore, giochiamo alla sofferenza, giochiamo fino a quando il diagramma va in tilt. 

Una mattina ci svegliamo e a qualsiasi scelta che sia SI oppure NO la risposta manda sempre alla stessa casella “lo amo”.

Nulla ha più una risposta e qualsiasi azione riporta a quell’unica certezza. 

Brutto o Bello, respingente o accogliente, che ti voglia oppure no. 

Non importa ripetersi di smetterla, ci siamo scoperti irrazionalmente innamorati.

Quindi eccoci qui, di fronte al grande Oracolo, con una sola possibilità; possiamo domandare all’altro: “e tu?” 

Se la risposta è SI > sesso > cose da fare insieme> conoscersi >litigare> rendere reale > sposarsi> annoiarsi> lasciarsi oppure reinnamorarsi ogni tot anni 

Se la risposta è NO > sofferenza > gin tonic >torna al punto di partenza. 

Dopo i 30 anni però tante volte ci crogioliamo davanti all’oracolo, godendo in modo masochistico della non conoscenza.

Quando invece basterebbe accettare che avevamo ragione a 8 anni.

Tra le caselle del SI e del NO c’è un umano

Forse.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...