Buona suerte y adiòs, Santisella

E’ successo così, d’improvviso. Un mattino mi sono svegliata e di Santisella nessuna traccia. L’ho ritrovata in uno specchio, che mi guardava, un po’ sbiadita. Muta. Santisella non aveva niente da dire. Che poi è sua abitudine palesarsi senza bussare alla porta: i suoi pensieri e le cose da dire arrivavano così, come il prurito […]

Dov’eri tu quando segnò Sparwasser? (Benvenuta prospettiva)

Come ha detto un amico qualche giorno fa, sembro riemersa da un buco spazio temporale, tipo la mamma di Goodbye Lenin che entra in coma prima del crollo del Muro e si riprende quando il mondo è già definitivamente cambiato. Nell’ultimo mese sono stata così tanto concentrata nel mio lavoro e nella realizzazione di quello […]

SdCII, il Senso di Colpa Introiettato Immotivato delle mamme felici

Notte, asfalto lucido per la pioggia. Alice, con il tutù di tulle azzurro di Elsa e i capelli al vento, sfreccia per le strade con un libro in mano. Corre, dispettosa, nonostante la richiami all’ordine cercando di farla salire sul marciapiede. Una stazione, all’esterno. Lei corre, io la chiamo, poi mi ritrovo su un taxi […]

Nell’anno che è stato io ho ucciso Candy Candy (questione di bilanci)

Tutti buoni a fare bilanci e propositi a Capodanno. I fighi, quelli veri, i conti tra passato e futuro li regolano alla Befana, quando il resto del mondo sta già lottando con la frustrazione di aspettative inarrivabili. Io, ovviamente, sono una figa. Normalmente, per ricordarmi le annate trascorse, mi ricollego ad avvenimenti calcistici di rilievo […]

Ogni volta che prendo l’aereo e mi dichiaro (leggi Sindrome di Nicolas Cage)

Io non so se a voi succede, ma ogni qual volta io debba prendere un aereo, a un certo punto, mi catapulto anima e corpo in una sceneggiatura di uno dei mille mila film catastrofici. D’incidenti aerei, ovviamente. Avete presente le scene iniziali, quando la mamma saluta i figli al telefono e con gesti sicuri […]

Della bellezza di strapparsi il cerotto per poter finalmente guarire

Dovrei imparare a vivere come sto in acqua, nel mare, quando la saggezza mi suggerisce il momento giusto per nuotare, quello per rincorrere palloni che cercano la libertà aiutati dal vento, quello per lasciarsi trasportare dalla corrente, galleggiando sul filo dell’acqua a pancia in su, quello per stare a riva. Dovrei riesumare quello stesso istinto […]

Tutta colpa della mia faida con il contapassi

La mia ultima perversa passione: camminare. Nasce tutto dal cumulo di carboidrati complessi e fritti che mi hanno accompagnata da Napoli a Torino, sotto forma di morbidume antichiusura dei jeans: ho scaricato un’app per cominciare a fare ginnastica seriamente. Solo che, insieme all’app, ho dimenticato di scaricare pure la voglia, quindi, mi sono limitata a […]

Ieri sul 4 ho incontrato una donna infelice

Ieri sul 4 ho incontrato una donna infelice. L’infelicità non ha un colore, è una pellicola sbiadente sulle cose, sulla terrazza da cui, in soggettiva, osservi il mondo. Ha il gusto di uno sciroppo alle erbe stantìo, con lo zucchero cristallizzato nel tappo. L’infelicità ti si parcheggia in faccia, nelle ombre sotto gli occhi e […]

Rotolando verso Sud – giorni 10 e 11, Napoli

Gli ultimi due giorni li abbiamo dedicati a Napoli, un po’ perché me lo chiedevano le occhiaie di Alice la mattina del giorno 10, un po’ perché a furia di andare di qua e di là la nostra città l’avevamo trascurata. E ci mancava. Sono successe tante cose in questi due giorni di saluto. Cose […]

Rotolando verso Sud – giorno 9, la costiera Amalfitana

E pensare che la volevo pure sacrificare, questa gita. Alla vigilia nessuna grande emozione, poche aspettative, pensavo si traducesse tutto con un posto da jet set ricco di turisti. E invece sbagliavo. Tornante dopo tornante la costiera Amalfitana regala delle suggestioni di sensi difficili da raccontare. Come i colori. Il blu delle acque profonde, che […]