L’amore ai tempi della navetta – dialoghi metropolitani di un agosto torinese

Bentornata Santisella, sembra dire la navetta che accosta al marciapiede. “Dai, sali su che ti porto in ufficio”. E sbuffa, mentre apre le porte e mi sventola i capelli con l’aria condizionata. Non ci piacciamo, io e lei, ma almeno fino a fine mese non possiamo far altro che incontrarci, un paio di volte al […]